Skip to content

#IoLeggoPerchè

23 aprile 2015

foto bibliotecari

 

Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore.

In Italia è anche il giorno di #ioleggoperché, un’iniziativa dell’Associazione Italiana Editori (in collaborazione con AIB, Ali, Centro per il libro e la lettura, Milano Città del libro, Assessorato Cultura e Turismo di Roma), in cui i protagonisti sono i libri e i lettori.

I bibliotecari della Memo e della Biblioteca Federiciana partecipano all’iniziativa suggerendo i libri che loro amano.

Ecco i nostri suggerimenti per voi:

#IoLeggoPerche…

Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston
“…voglio volare sempre verso nuovi orizzonti.”
Linda

Alessandro Baricco, Oceano Mare
“…fa viaggiare.”
Vanina

Julian Barnes, Il pappagallo di Flaubert
“…i libri sono i miei moltiplicatori di esperienze e perchè non basta quello che la vita ti fa incontrare…  le belle storie bisogna andarsele a cercare!”
Valeria

Cervantes, Don Chisciotte
“…en un lugar de la Mancha de cuyo nombre no quiero de acordarme…”
Danilo

Aidan Chambers, Muoio dalla voglia di conoscerti
“…non sono mai sola.”
Lucia

Andrea De Carlo, Due di due
“…rivivo esperienze personali e condivido emozioni.”
Federica

T. S. Eliot, La terra desolata
“…è un’immersione nella memoria collettiva.”
Rachele

Oriana Fallaci, Un cappello pieno di ciliege
“…mi piacciono le vite degli altri.”
Francesca

Angelo Ferracuti, Il costo della vita
“…serve per non dimenticare.”
Tommaso

Santa Maria Faustina Kowalska, Diario. La misericordia divina nella mia anima
“…la lettura è un occasione per elevarsi.”
Orlando

Edgar Lee Masters, Antologia di Spoon River
“…fa scoprire la vita cristallizzata nell’attimo della morte.”
Sara

Patrick McGrath, Follia
“…se incontri un buon libro non lo scorderai mai.”
Sandra

J. K. Rowling, Harry Potter e il calice di fuoco
“…entro in un mondo magico.”
Camilla

John Kennedy Toole, Una banda di idioti
“…non bisogna prendersi mai troppo sul serio.”
Simone

Banana Yoshimoto, Andromeda Heights
“…mi fa diventare migliore.”
Silvia

Marguerite Yourcenar, Alexis, o il trattato della lotta vana
“…libri come questo non si possono raccontare. Devono solo esser letti: poi ci pensano loro a restarti dentro, per sempre.”
Rubens

Mauro Covacich, L’esperimento
“…non esiste una ginnastica migliore per la mente.”
Fabio

Ian Brenman, Renato Moriconi, Telefono senza fili
“…leggere è un gioco…e io non voglio smettere di giocare.”
Lorenzo

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: